Imposte per l’acquisto della prima casa: ecco il prospetto

Imposte per l’acquisto della prima casa: ecco il prospetto

Vediamo quali sono e come cambiano a seconda di chi è il venditore.

Quando si acquista una casa si pagano tre tipi di imposte:

  • iva o imposta di registro (in alcuni casi si pagano entrambe)
  • imposta ipotecaria
  • imposta catastale

Le imposte da pagare cambiano a seconda di chi ci vende casa:

  • privato
  • impresa non costruttrice (che non ha fatto nessun lavoro)
  • impresa costruttrice che vende dopo 5 anni dalla fine dei lavori
  • impresa costruttrice che vende entro 5 anni dalla fine dei lavori

 

Ecco il prospetto riassuntivo delle imposte per l’acquisto di una prima casa.

 

venditoreivaregistroipotecariacatastale
privatono2%*€50€50
– impresa non costruttrice (che non ha eseguito lavori)- impresa costruttrice che vende dopo 5 anni dalla fine dei lavorino2%€50€50
impresa costruttrice che vende entro 5 anni dalla fine dei lavori4%€200€200€200
* Se la casa è registrata al catasto come “di lusso” (categorie A/1, A/8 e A/9) l’imposta di registro è del 9%.

Quando si compra casa, bisogna inserire nell’atto notarile la «dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà”: in pratica, chi vende e chi compra dichiarano come è pagato il corrispettivo (bonifico, assegno, …).

Se c’è stata una mediazione, bisogna dichiarare anche tutti i dati di chi l’ha effettuata, e quanto è costata.

photo credit: ansik via photopin cc

Come intendiamo il lavoro del notaio? Aiutarvi a chiarire le idee e a scegliere per il meglio.
Per questo, consulenze e risposte non costano nulla.

Chiamateci (+39 02 55017906 o su Skype). Oppure scriveteci un'email, così vi richiamiamo noi.

E se avete un dubbio e la nostra risposta può essere d'aiuto anche ad altri, lasciate una domanda qui, o su Facebook.

Lascia un commento

*

Cosa vuoi cercare?

Guarda tutti i risultati